Risultati immagini per glauco creazioni  Immagine correlata

 

Il significato dell'anello sardo

I gioielli sardi affondano le loro radici da popolazioni nomadi dell'asia minore e sono gioielli legati a molte leggende che narrano le origini di questo o di quel gioielli. Le fate che vivevano in Sardegna in età prenuragica nelle Domus de Janas, si diceva lavorasserp stoffe pregiate e adornate con pietre e gioielli preziosi, intessendo tra loro dei fili d’oro e d’argento.

 

La fede sarda, ma l'anello sardo in generale, è una vera e propria opera d’arte. Non un semplice abbellimento, dunque, ma un simbolo, un segno di appartenenza alla società.

La fede sarda ha una storia ancora più approfondita: la tradizione racconta che l’uomo, prima di fare la proposta di amore eterno alla propria bella, si rivolgesse alle Janas, per avere la loro protezione e il loro aiuto. Le fate, per sostenere il proprio protetto, intessevano un filo d’oro, creando un anello che il giovano avrebbe dovuto fare indossare alla ragazza sull’anulare sinistro – come si fa ancora oggi. Anche la scelta di questo dito non è casuale: secondo alcune tradizioni in questo punto della mano passa una vena (la vena amoris) che arriva direttamente al cuore.

La forma tradizionale della fede sarda – formata da piccole sfere – simboleggia i chicchi del grano, sul bordo le foglie, come segno di prosperità e vincolo di amore tra i due componenti della coppia, legati indissolubilmente anche alla loro terra.

Risultati immagini per acquista

 

Vai all'inizio della pagina