La fede sarda è uno dei più antichi ed affascinanti gioielli della tradizione della nostra istola

Era considerato l’anello regalato dall’uomo al momento del fidanzamento o nel giorno del matrimonio. L'uso della fede sarda veniva tramandata di generazione in generazione.

Di fedi ce ne sono di 2 tipi,una larga e una stretta:

la fede larga sarebbe la cosiddetta fede nuziale, secondo la tradizione sarda è l' anello che si usa per le nozze..la fede stretta sarebbe la fedina di fidanzamento, quindi si regala quando si ufficializza l' impegno tra i 2 innamorati, normalmente avveniva quando lo sposo si presentava a casa della sposa, venivano invitati i genitori di lui che si presentavano alla famiglia della donna. 

Inoltre si ipotizzava che la larghezza dell'anello indicasse lo status di benessere della famiglia stessa.

Si diceva fosse madre dello sposo acquistava la fedina, che veniva donata alla sposa dallo sposo. 

La fede Sarda, è decorata come un pizzo chiacchierino, i pallini rappresentano "il grano" cioè prosperità cosi come le foglie. Il tutto pareva reppresentare un campo arato.


Si dice che vista frontalmente potesse rappresentare una cintura di castità quale promessa di fedeltà.

La leggenda dice che i gioielli sardi sono creati dalle janas, le fate che vivono nelle loro case scavate nella pietra, che esistono realmente, le domus de janas...E li nelle loro case incantate le fate tessono oro e argento come se fossero fili, intrecciandoli con pietre preziose, ottenendo così i gioielli sardi.

Come ho già scritto mella parte storica le domus de janas esistono realmente. Sono tombe del periodo prenuragico, datate intorno al 2500 a.C. e nell'immaginario degli isolani sono diventate le case delle fate...luoghi magici e sacri.

 

 

 

Vai all'inizio della pagina